Edizione 2012

Lavori in corto 2012 ha scelto come tematica il lavoro come mezzo di inserimento e integrazione sociale, con particolare attenzione alla realtà delle persone emigrate e immigrate, volendo portare la riflessione sul lavoro come prima esigenza economica per il migrante, ma anche come prima opportunità sociale.

ll tema della prima edizione è stato declinato nelle sue diverse accezioni attraverso 23 cortometraggi, 11 in concorso (di cui 6 anteprime) e 12 fuori concorso.

Cortometraggi Vincitori

  • “Tajarin” (2012, 8’ 30’’) di Stefano Darchino e Giacomo Piumatti – Primo Premio 1.500 euro offerti dall’Associazione Riccardo Braghin
  • “La fortuna mi salverà” di Alexandra D’Onofrio (2013, 18’) e “Ciprian Nour” (2012, 4’ 44’’) di Alberto D’Alimonte – ex aequo Premio della Giuria offerto da Film Commission Torino Piemonte (utilizzo gratuito per due settimane di un modulo della sede di Film Commission Torino Piemonte di via Cagliari 42)
  • “Chissà se lavorare è bello” (2011, 8’ 26’’) realizzato dalla Scuola Elementare Cairoli in collaborazione con il Centro di Cultura per l’Immagine e il Cinema di Animazione di ITER – Premio “Il sapere è lavoro” di 500 euro offerti da CGIL Torino
  • “Via della casa comunale n.1” (2013, 3’ 17’’) di Eugenio Buson e Irene Pepe – riconoscimento speciale della giuria

La Giuria

  • Eugenio Gruppi (Presidente Associazione Riccardo Braghin)
  • Anna Ferrero (Direttrice del Centro Interculturale della Città di Torino)
  • Donata Canta (Segretaria Generale CGIL Torino)
  • Hedy Krissane (attore e regista torinese di origini tunisine)

Edizione 2016

Edizione 2016